Utilizziamo i cookie sul sito per scopi commerciali, tra cui tenere traccia delle tue preferenze e raccolta di dati statistici aggregati per analizzare come viene utilizzato il nostro sito. Utilizzando questo sito l'utente accetta di memorizzare i cookie.

Consigli pratici per proteggere i tuoi occhi dalla luce

Siamo sempre più attenti a proteggere i nostri occhi dalla luce blu degli schermi, soprattutto nei periodi di lock down, quando passiamo molto tempo al chiuso. Tuttavia, quando siamo all’aperto dobbiamo imparare proteggerci dalla luce del sole e a godere contemporaneamente dei suoi benefici. Per preservare il capitale visivo in ogni circostanza, seguite i nostri consigli pratici.

 

 

Consigli pratici per proteggere i tuoi occhi dalla luce

L'aumento dell'uso più dispositivi digitali contemporaneamente da parte di persone di tutte le età ha reso la luce blu una delle principali preoccupazioni per la salute visiva. Tuttavia, c'è una minaccia ancora più grande e più insidiosa. La luce blu solare è 50 volte più forte di quella ricevuta dagli schermi a LED; 15 minuti di luce solare, la principale fonte di luce blu, equivalgono a 10 ore di luce blu digitale. Capiamo immediatamente l'importanza di proteggerci da essa.

1- Capire cos'è la luce solare blu

La luce blu del sole è una radiazione elettromagnetica visibile ad alta energia (VHE) che viene facilmente assorbita dalla retina. La retina è una sottile membrana che riveste la superficie interna del bulbo oculare, ed è essenziale per la visione. Converte i raggi luminosi in un segnale nervoso e lo trasmette al sistema nervoso centrale. Questo ruolo essenziale nella gestione dell'esposizione alla luce del sole blu è estremamente importante. Una volta che i fotorecettori della retina sono danneggiati o distrutti, non possono essere sostituiti. Questi effetti negativi di lunga durata possono portare a degenerazione maculare e cataratta legate all'età. L'applicazione di occhiali da sole di qualità è un'indispensabile, e persino vitale, misura preventiva per i soggetti anziani fragili, e ancor più per i bambini il cui capitale visivo è in gioco prima dei 12 anni: a questa età, il 65% della luce blu raggiunge la retina.

2- Identificare le fonti di luce blu

La principale fonte di luce solare blu si trova al di fuori del sole. Si stima che tra il 25 e il 30% della luce del sole è composta da luce blu. Altre fonti di luce blu comprendono:

  • Illuminazione a LED
  • Lampade fluorescenti compatte
  • Illuminazione a incandescenza
  • Monitor per computer
  • Smartphone

E, insieme all'aumento dell'uso di dispositivi elettronici nella nostra vita quotidiana, la luce del sole è uno dei principali fattori che contribuiscono all'esposizione alla luce blu. Nei mesi più caldi e soleggiati, la protezione degli occhi deve essere doppia a causa della doppia esposizione, a seconda delle attività all'interno e all'esterno.

3- Prevenire l'aggressione della luce blu indossando gli occhiali giusti

Il modo migliore per proteggere gli occhi dall'eccessiva esposizione alla luce del sole blu e dai suoi effetti a lungo termine è comprendere i vantaggi di indossare occhiali da sole di qualità che proteggono sia dai raggi UV che dalla luce blu solare all'aperto.

Come “bonus di bellezza”, è bene sapere che le lenti trattate proteggono anche la delicata pelle intorno agli occhi e sono eccellenti “antirughe”. Molti dermatologi sottolineano l'effetto di invecchiamento della luce blu sulla pelle, è bello avere una protezione aggiuntiva.

4- Optate per un paio di occhiali per ogni utilizzo

La luce blu digitale proviene da dispositivi elettronici come computer, laptop o smartphone. Con l'aumento dell'uso di dispositivi digitali aumenta anche il pericolo per gli occhi di chi li indossa.

A seconda delle attività e dell'ambiente di lavoro, vale la pena avere una varietà di occhiali: uno per l'uso di monitor, come Hoya BlueControl, e un altro per la protezione dalla luce solare blu esterna, con rivestimento UV Control sul retro delle lenti per evitare il riflesso sull'occhio. Ci avete mai pensato: se fate jogging, indossate scarpe sportive, non scarpe da ginnastica o sneaker qualsiasi. Per ogni attività, è necessaria la giusta attrezzatura.

5- Proteggersi dalla luce blu del sole, senza privarsi dei suoi benefici.

L'esposizione alla luce del sole blu aiuta a mantenere il ritmo circadiano del corpo. Questo è essenziale per una sana attività delle onde cerebrali, la produzione di ormoni, la rigenerazione cellulare e altri processi fisiologici.

Tuttavia, questi livelli devono essere equilibrati. La luce blu del sole ci mantiene vigili e segnala al corpo di rilasciare l'ormone benefico della serotonina.

6- Abbassare la luce per riposare meglio

Per coloro che hanno difficoltà a dormire, ad esempio, ridurre l'esposizione alla luce del sole blu può aiutare a ottenere un ciclo del sonno più completo e meno interrotto. La ricerca ha dimostrato che una diminuzione dei livelli di luce ha l'effetto di sopprimere i livelli di serotonina e melatonina, che favorisce il sonno. Quindi arieggiate la vostra stanza prima di un pisolino; di notte tirate le tende, spegnete il wi-fi in modo da non vedere le luci del piccolo screen saver, e fatevi una bella dormita.

7-  Allarme abbagliamento! Indossare occhiali da sole di qualità

Il riverbero crea una pressione supplementare sugli occhi, l'esposizione prolungata al sole senza occhiali da sole che bloccano il 100% dei raggi UV è dannosa per gli occhi. In estate, gli occhiali da sole dovrebbero essere il nostro primo paio di occhiali, con o senza lenti correttive, anche per chi porta lenti a contatto. Può essere comodo anche indossare lenti fotocromatiche come Sensity, che hanno anche qualità estetiche eccezionali, visto che sono disponibili anche in versione specchiata.

8- Domare il crepuscolo, un momento delicato per l'accomodazione

Sapete quanto è importante prestare attenzione al periodo crepuscolare e proteggere la vostra capacità di visione notturna quando avete più di 50 anni? Dopo aver indossato occhiali da sole scuri, gli occhi si riacclimatano meno rapidamente alla luce che si affievolisce. Se si guida tra le 17 e le 19, bisogna essere particolarmente vigili. Gli occhiali da sole ideali dovrebbero essere polarizzanti, 100% anti-UV, anti-luce blu, 85% scuri: il 15% della luce naturale rimane confortevole per garantire questa trasmissione.

 

Fonti: Anne-Marie Lahr, OD, Richard Blacker, Ph.D. OD e Thomas Gosling, O

https://blog.hoyavision.com/it/spectacle-wearers/10-consigli-per-rilassare-gli-occhi-durante-lo-smart-working

 

 

 

 

 

 

 

 

Non perderti i dettagli

Ricevi consigli e informazioni sulle lenti direttamente per email.